Il leggendario putter “Calamity Jane” di Bobby Jones.

Bobby Jones

Cosa pagheresti per avere il club più famoso nella storia del golf? Un  putter Calamity Jane appartenente a Bobby Jones è andato all’asta sul sito web di Green Jacket Auctions per oltre $ 100.000. Con l’eccezione di Scotty Cameron Newport 2 di Tiger Woods e il George Low Wizard 600 di Jack Nicklaus, due putter che hanno avuto un ruolo in 29 vittorie importanti, è difficile trovare un club con più storia del famoso putter di Calamity Jane di Jones.

Il Putter Calamity Jane di Bobby Jones

Jones usò Calamity Jane per vincere 13 importanti campionati, incluso il Grand Slam nel 1930. Nel corso della sua carriera, Jones usò due versioni. La versione originale fu in realtà realizzata per William Winton, un rivenditore di mazze da golf della zona di Acton a Londra, ma la vendette a Jim Maiden, uno scozzese che emigrò negli Stati Uniti e divenne capo golfista presso il Nassau Country Club su Long Island.

Fu Maiden a mettere il nome di Calamity Jane sul putter dopo aver appreso alla frontiera americana che Martha “Calamity Jane” Canary, che era un personaggio molto noto tra la metà e la fine del 1800.

Nassau County Club

Maiden mantenne il putter in suo possesso per anni fino al 1920 quando offrì a Jones la possibilità di provarlo a seguito di una sconfitta con Francis Ouimet. Jones infilò non meno di otto putts consecutivi e lasciò il campo con il putter nella sua sacca.

Jones continuò a vincere i suoi primi tre importanti campionati con l’originale Calamity Jane prima che il clubmaker J. Victor East notasse che il club era diventato difettoso. Le spazzole di tela smerigliata usati negli anni ’20 per lucidare la testa avevano distorto e consumato la faccia del putter.

East portò Jones a un tavolo da biliardo per verificare le sue scoperte e usò un dispositivo a pendolo oscillante con un nuovo putter per produrre un tiro in buca che non si spostava fuori dalla  linea. Quando East provò lo stesso test con il Calamity Jane, la palla andò verso destra.


Late Spalding Bobby Jones Calamity Jane goose neck stainless putter – well balanced weighted putter – original leather grip and grip cap

East fece fare sei copie di Calamity Jane – chiamata Calamity Jane II – con uno dei putter che Jones aveva nella borsa. Jones vinse i suoi ultimi 10 major con la seconda versione.

I due putter di Calamity Jane che Jones usò durante la sua carriera sono attualmente esposti in luoghi di importanza. L’originale risiede in una custodia per trofei all’Augusta National Golf Club, mentre Calamity Jane II si trova al museo USGA di Far Hills, nel New Jersey.

Secondo il sito web di una importante casa d’aste, Spalding collaborò con Jones per produrre una replica di Calamity Jane dal 1932 al 1935, inclusa una versione con un numero di registrazione che era riservata agli ordini personalizzati costruiti secondo le specifiche del giocatore.

E. Budel con la sua collezione.

Jones avrebbe continuato a consegnare uno dei suoi putter personali di Calamity Jane, con il numero di registrazione, al collezionista di club Fred X Fry. Non è chiaro se Jones abbia mai usato il putter, ma il semplice fatto che era in possesso di Jones lo rende uno dei club più ambiti che sia storto messo nel mercato.

One comment on “Il leggendario putter “Calamity Jane” di Bobby Jones.

Rispondi